Cibo e raffinazione

 

Il cibo è il fondamento della nostra vita, diventa, attraverso i processi digestivi, parte profonda di noi stessi, entra nel nostro corpo, nel nostro sangue, nei nostri organi, veicola i nostri pensieri.
Il cibo può essere fonte di Energia e di Salute.
Il valore del cibo sano, ricco di proprietà nutrizionali utilissime per il nostro organismo, porta inevitabilmente con sé anche valori e consuetudini antiche.
Spesso non siamo in grado di scegliere ciò che sarebbe utile per la nostra salute perchè semplicemente non ne conosciamo l’esistenza. Siamo stati abituati per lungo  tempo a sapori e gusti che sono stati alterati dall’intervento non molto felice dell’uomo: raffinazioni esagerate che impoveriscono i cibi dei loro nutrienti; zuccheri semplici che aggrediscono le papille gustative e la flora intestinale; coloranti e conservanti che abituano i palati a nutrirsi di un cibo artificiale; grassi saturi, xantina e acidi grassi  che appesantiscono il nostro organismo e lo rendono sempre più dipendente dagli attacchi esterni….. etc. etc. e tutto questo  condiziona il nostro palato, la nostra digestione, la nostra percezione del cibo. E’ importante riappropriarsi della capacità di gustare le cose semplici e salutari, riscoprire la dolcezza ed il gusto che nasconde un buon piatto di riso integrale con verdure o legumi può essere un’occasione non solo per riscoprire la forza dei cibi veri e sani ma anche per iniziare un percorso di ricerca di ciò che sentiamo “vero e giusto” per noi.

 

Alcune Informazioni Utili

Medici, studiosi, esperti di alimentazione hanno a lungo studiato i cibi raffinati (privati dei loro nutrienti) e gli effetti che provocano  sulla salute dell’uomo

Tabella e scritti tratti da “La cucina, il tuo destino”
scritto dal Dott. M. O. BRUKER edizioni “Vita Sana

“Puro bianco ma nocivo” del Prof. Tohn Yudkin

 

 

I  Danni provocati dai carboidrati raffinati: farina fiore e zucchero bianco

Lo zucchero bianco neutralizza l’immunità naturale e favorisce la proliferazione di batteri nocivi:

Effetti dello zucchero bianco sui globuli bianchi

N° di cucchiaini di zucchero  6 12 18 24
N° di batteri distrutti dai globuli bianchi 10  5  2  0

Per neutralizzare lo zucchero bianco, l’organismo mette in moto le proprie riserve di calcio a scapito delle ossa e dei denti che diventano sempre più fragili.
Lo zucchero bianco comporta una vera e propria tossicomania e dovrebbe essere classificato tra le droghe. Ha un importante ruolo nell’aumento del numero di casi di diabete nei paesi occidentali. Lo zucchero di camma biologico anche se può contenere a seconda delle tipologie più sali minerali, ha in se dello zucchero semplice che entra immediatamente in circolo, innalzando i picchi di glicemia (fanno eccezione, da studi svolti, lo zucchero integrale mascobado e lo zucchero integrale gulamerà) che sembrano non provocare i picchi glicemici. Ottimi i dolcificanti a base di Stevia bio, lo sciroppo d’agave, lo sciroppo d’acero, i malti di riso e cereali antichi.

lo zucchero provoca inoltre problemi…

  • Intorno ai denti, provocando le placche dentarie che sono all’origine della carie
  • Nel tubo digerente, turbando l’equilibrio della flora intestinale
  • Nelle parti del corpo che hanno minore resistenza, dando luogo a molteplici infezioni (riniti, angine, otiti, sinusiti, cistiti, ecc.)

Le Farine Fiore povere di vitamina B provocano gravi disturbi del ricambio.

  Farina bianca o
Farina bigia mg/kg
Farina integrale biologica
Provitamina A 3.3
Vitamina BI 0.7 5.1
Amide dell’acido nicotinico 7.7 57
Acido pantotenico 23 50
Vitamina E 24
Potassio 1150 4730
Calcio 60 120
Ferro 7 44

Si vede dalla tabella che le vitamine liposolubili A ed E mancano completamente nella farina fiore, poiché esse sono contenute solamente nel germe ricco di grasso. Si evidenzia pure chiaramente la perdita di vitamine B, nel fior di farina ridotta a 0.7 mg/kg, mentre nella farina integrale si avevano 5.1 mg/kg; ma anche le altre vitamine del complesso B, l’acido pantotenico e l’amide dell’acido nicotinico sono notevolmente ridotte nel fior di farina. Anche per quanto si riferisce alle sostanze minerali l’eliminazione del germe provoca considerevoli perdite; inoltre è altrettanto dannoso il fatto che il rapporto reciproco dei sali minerali ne risulti alterato.

La farina fiore uccide i topi

Topi nutriti esclusivamente con fior di farina muoiono dopo poche settimane, mentre alimentati con farina integrale restano sani. Non esiste miglior prova del diminuito valore biologico del fior di farina.

Il fatto che gli individui, dopo il consumo di fior di farina, non muoiono rapidamente, ma solamente si ammalino, dipende dal fatto che oltre che con il pane si nutrono di altri alimenti.
Si pensi pero’ quanto possa esser pericoloso nutrire ammalati gravi, privi di appetito da molto tempo, esclusivamente con pane bianco e biscotti .

 

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web